Immagine

Jane Austen

Lady Susan
Newton Compton Editori
€ 0.99

<< La padronanza del linguaggio assicura il rispetto e la stima, così come la bellezza suscita ammirazione>>


La storia si articola in quarantuno lettere tra diversi mittenti e destinatari, il che permette di avere sfaccettature di una stessa situazione, lasciandosi influenzare da una parte da pregiudizi e dall’altra da ammirevoli e machiavelliche manipolazioni.
Le maggiori corrispondenze si incontrano tra l’omonima protagonista e l’amica Mrs Johnson, tra la cognata di Lady Susan, la diffidente Mr Vernon, e la madre, Lady De Courcy.
L. Susan non è la classica testarda e lodevole protagonista della Austen ma un’arrivista con gli stessi scrupoli che può avere chi ha come primario interesse esclusivamente il proprio, mai priva di un’esagerata considerazione e sicurezza che compensa l’impaccio e l’insicurezza di altri personaggi.
Un’inconsolabile vedova e un’indifferente madre che in pochi mesi deve rifugiarsi nella tenuta del cognato per giri amorosi che strisciano a coda scandalo e problemi.
Il suo punto di vista concede però un respiro di sollievo al comune, a volte ipocrita e falso animo buonista, quello estraneo ad ogni sorta di contaminazione morale.

<< Non mi sono sentita di imporre a Frederica un matrimonio contro il volere del suo cuore, e invece di adottare una misura così drastica, ho semplicemente fatto in modo di renderle la vita insopportabile, cosicché sia lei ad accettarlo di sua volontà.>>


In un pugno di righe di sua mano sgretola quel possibile, quasi convincente, vero interesse della donna per la figlia (Frederica) che reputa inadatta, sciocca, da maritare prima possibile.
La scelta epistolare esclude certe descrizioni ma mostra, in questo specifico esempio, l’idea di una distinzione in cui le donne dedite alla mondanità dei salotti hanno quel carattere vizioso, prepotentemente superiore mentre la ragionevolezza e l’affettività sono propri di chi è lontano da piume in testa e intrecci languidi.
È un peccato che molte cose non siano state approfondite. Fosse stato un romanzo avrebbe potuto prendere di più, eppure l’autrice crea in pochi gesti e frasi un personaggio impeccabile in certi versi. Una facciata inattaccabile, amorevole, una sirena per gli uomini ferma nella convinzione che la sincerità non sia lo strumento più congeniale negli “affari” di cuore. La figurazione di una donna che sostiene quello che molti pensano ma non dicono.
È quel tipo di lettura che potete permettervi quando vi sembra di aver bisogno di più ore in una giornata per poter far tutto.


 


Comments




Leave a Reply